COME ARREDARE IL BALCONE ED ESSERE SOSTENIBILI

La primavera è appena iniziata! Ci aspetta un periodo di passeggiate, gite e camminate all’aperto, tra parchi e parchetti, ville e giardini.
Ma per chi ha un balcone in casa, la primavera è la stagione migliore per goderne: vediamo insieme come arredare il balcone ed essere sostenibili.

Qualcuno di voi avrà sicuramente già iniziato a ricercare online “come arredare il balcone? ”. Ma come rendere il balcone più bello, più accogliente e naturalmente più sostenibile?

Io mi sono trasferita nella mia nuova casa appena 3 mesi fa, ho finalmente un balconcino e voglio sicuramente usarlo nelle serate primaverili. Mi immagino già dopo il lavoro, seduta lì con un bel bicchiere di vino fresco e le lucine a cornice di questo momento di relax.

Vediamo insieme cosa serve per arredare un balcone:

Iniziamo prendendo le misure del balcone, misuriamo per bene lo spazio utile dove poter posizionare i nostri mobili.

Poi capiamo qual è la sua esposizione, ci servirà soprattutto per uno degli aspetti che vedremo dopo insieme. Ci batte il sole? Se si a che ora? Piove spesso?

Il mio balcone è stretto e poco lungo ed esposto a nord-ovest nella città di Bologna, le condizioni non sono delle migliori ma sicuramente è possibile renderlo più accogliente e intimo, per me e per i pochi amici che può ospitare!

Quindi per la nostra area relax guardiamo insieme questi aspetti:

  • Arredi outdoor
  • Decor
  • Illuminazione
  • Piante

Prima di vedere questi quattro punti il suggerimento è di iniziare controllando lo stato dei serramenti e del parapetto del nostro balcone.

Una manutenzione e un ripristino potrebbero essere necessari a rendere più bella la nostra piccola oasi. 

I parapetti sono esposti alle intemperie e molto spesso sono in ferro. Possiamo quindi grattare via la vecchia vernice con apposito pennello, dare una mano di antiruggine e ridipingere la ringhiera

Se i nostri serramenti sono in legno, possiamo trattarli allo stesso modo. Ricordiamoci di scegliere vernici atossiche ed ecologiche. Esistono prodotti adatti a legno, metallo e muro, come smalti per esterni a base d’olio, basta applicare il fondo idoneo al materiale trattato! 

Se gli infissi esterni in legno non sono da ridipingere possiamo usare dell’olio di persia per la manutenzione del legno trattato e quindi per ravvivarlo.

Arriviamo al cuore del nostro articolo, come arredare il balcone o la terrazza ed essere sostenibili? Ecco i nostri suggerimenti per rendere il nostro spazio confortevole e a basso impatto.

Arredi Outdoor

1 Possiamo riciclare vecchi arredi, a volte basta ridipingere un tavolino in legno o in metallo, una vecchia panca o una vecchia scaffalatura, sempre con vernici adatte all’ esterno, per dar loro una nuova vita a arredare il balcone spendendo poco.

2 Fare della manutenzione ai nostri mobili in legno con trattamenti ad oli e resine naturali adatti a qualsiasi tipo di legno, così da poter comprare un solo prodotto.

3 Utilizzare materiali di scarto per realizzare tavoli e sedute, c’è da dire che in questo caso abbiamo bisogno di tempo e soprattutto di una buona dose di volontà! Si trovano molti video tutorial online, Youtube o Instagram ne sono pieni, con consigli sul fai da te o DIY.

4 Possiamo comprare arredi secondhand, noi diciamo sempre che arredare con mobili pre-loved è la maniera più sostenibile per farlo. Cerchiamo tra mercatini, soffitte o cantine. Ma anche online su siti come subito.it, marketplace di facebook e gruppi “te lo regalo se vieni a prenderlo”.

5 Possiamo comprare arredi realizzati con ecomateriali di origine naturale come il rattan, il bambù, il legno certificato per uno stile di arredo natural living che trasmette benessere e un’atmosfera rilassante.

By Kave Home (scorri l’articolo per trovare il nostro codice sconto)

6 Possiamo optare per elementi di arredo realizzati con materiali di riciclo, tra i più diffusi il PET riciclato. Invece tra i più “curiosi” ci sono i vecchi teloni dei mercati o vecchie vele per la navigazione come quelli che caratterizzano i pouf di Junkle. Assicuriamoci sempre che siano adatti ad uso esterno, quindi antivento, antipioggia e antimuffa.

Decor

Tappeti, cuscini e candele, tutto ciò che serve per rendere il nostro balcone comodo e accogliente. Andiamo alla ricerca di cuscini, di imbottiture e di fodere adatte all’outdoor e allo stesso tempo sostenibili.

By Kave Home (scorri l’articolo per trovare il nostro codice sconto)

Il materiale di riciclo e gli ecomateriali di origine naturali sono quelli che più consigliamo per connetterci con i nostri spazi all’aperto nel migliore dei modi.

Illuminazione

Tra faretti, applique, lampade da tavolo, proiettori, lanterne o ghirlande scegliamo illuminazione led, a basso consumo e alimentati ad energia solare, guardiamo bene l’esposizione del nostro balcone e facciamoci consigliare al momento dell’acquisto, il pianeta e le nostre tasche ci ringrazieranno

Piante

Infine non dimentichiamo di circondarci di piante.  Per prima cosa  controlliamo l’esposizione del balcone e il clima della città in cui viviamo e poi via libera al nostro angolo verde, alla mini giungla sul balcone!
Una pianta che si vede molto spesso nei balconi di diverse città, è la pianta del sedum, per la sua facilità di coltivazione, vive anche se ce ne dimentichiamo per lunghi periodi.

Possiamo coltivarla partendo da una talea, a costo zero. Chiediamo ad amici e parenti che hanno un sedum di regalarcene qualche getto.

La scelta dei vasi e portavasi è anch’essa importante, sapete che anche questi vengono spesso venduti nei negozi dell’usato

Parlando di nuovi vasi, oltre la terracotta, non scartiamo del tutto l’idea della plastica, ormai anche al supermercato si trovano vasi in plastica 100% riciclata e alcuni brand di design si stanno specializzando in questo settore. Il risultato è un prodotto sostenibile ma dalle linee irresistibili, eticamente ed esteticamente valido.

Oltre alle piante ornamentali, possiamo valutare la possibilità di realizzare un piccolo orto in balcone e coltivare con metodi naturali: probabilmente non soddisferà interamente il nostro fabbisogno ma è comunque una buona pratica da sperimentare.

Abbiamo trovato un’ ottima guida sul web ma sicuramente non sarà l’unica.

Siamo giunti quasi al termine di questo articolo dove abbiamo visto insieme come arredare il balcone ed essere sostenibili, i nostri consigli hanno l’obiettivo di dare gli strumenti per una maggiore autonomia nelle scelte di ciascuno di noi.

Ricordiamoci sempre di mettere a riparo i nostri arredi durante l’inverno. Se sono pieghevoli possiamo portarli dentro un ripostiglio o in cantina, se non lo sono la cosa migliori è coprirli con un telo.

Se i vostri dubbi persistono ancora e avete bisogno di un confronto, di suggerimenti più concreti o di una consulenza contattateci, noi saremo ben felici di rispondervi.

Per i tuoi acquisti consapevoli su Kave Home ecco il nostro codice sconto 👛   5% AFFSAMKAVE, basta cliccare su Kave Home

 

Vuoi rimanere aggiornato con le nostre news?

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Condividi il post

Articoli correlati

pericolo greenwashing

IL TRANELLO DEL GREENWASHING

Si parla sempre più di Greenwashing, o meglio il tranello del Greenwashing. Neologismo finalmente entrata a far parte del nostro vocabolario, la puoi ritrovare anche